Memorie di bordo per una musica del terzo millennio