Evviva Sanremo

 19.90

Paolo Jachia – Francesco Paracchini
EVVIVA SANREMO
Il Festival della Canzone Italiana tra storia e pregiudizio
ZONA Music Books 2018
libro pp. 372 Euro 19,90 – ISBN 9788864387444

Una storia completa del Festival, dalla sua prima edizione, alla luce di tutto il bello e tutto il buono che ha dato alla canzone italiana, oltre ogni “pregiudizio pseudo-culturale”

 

compra il libro su Amazon

condividi

Descrizione

Sanremo è vittima di uno storico pregiudizio: essere il trampolino della canzone commerciale, nazional-popolare, “leggera”, mentre la canzone d’autore – d’arte, di qualità o come la si voglia chiamare – avrebbe casa da un’altra parte. Magari al Premio Tenco, che col Festival divide sia il Teatro Ariston della città dei fiori che il fondatore Amilcare Rambaldi, e che non casualmente è dedicato al cantautore che ha segnato la storia del Festival con il suo disperato gesto di protesta.

Ma il discorso – per Paolo Jachia e Francesco Paracchini – è più vasto e complesso di così, ed è forse il momento di fare un ragionamento di più ampio respiro, di raccontare la storia del Festival alla luce di tutto il bello e il buono che ha dato alla canzone italiana. Il punto, secondo gli autori, è rivendicare la possibilità della canzone di essere grande, di essere arte, “a prescindere” dal palcoscenico che potrà o vorrà utilizzare per proporsi al pubblico. Senza sottovalutare, appunto, i moltissimi brani destinati alla storia che il Festival ci ha regalato e sicuramente continuerà a regalarci.

Per questo gli autori rilanciano l’opinione che in proposito espresse Fabrizio De André, riportata in quarta di copertina:

L’obiettivo primario di una rassegna della nostra canzone dovrebbe essere la partecipazione degli autori, musicisti, cantanti, la più larga possibile e tale da rappresentare a ogni livello di gusto la maniera – e le maniere – italiane di far canzoni e cantarle. Dico ogni livello possibile di gusto per evitare equivoci che hanno portato anche me, in passato, a considerare buona una brutta canzone impegnata e brutta una stupenda filastrocca votata al più totale disimpegno. E tutto ciò a causa di un ignobile pregiudizio pseudo-culturale, che mi impediva di comprendere che Scacchi e tarocchi di De Gregori e Papaveri e papere cantata da Nilla Pizzi al Sanremo 1952 siano due canzoni diversamente bellissime: il discorso, è ovvio, vale anche per il pregiudizio contrario“.

Il libro contiene l’intera storia del Festival – commentata e analizzata dai due autori da questo particolare punto di vista – dal 1958 al 2017. Un ampio capitolo è dedicato alle canzoni che sono arrivate ultime, penultime o che comunque non sono state valorizzate dalle giurie dell’epoca, ma che nel tempo si son prese la rivincita. Chiude il libro una disamina dei primi anni del nuovo secolo e dell’influenza dei talent sulla canzone italiana, dentro e fuori il Festival.

Evviva Sanremo – ZONA Music Books – contenuti EXTRA Clicca per leggere/scaricare il file PDF. Contiene: Copertina, Introduzione, estratto Baglioni: due strade o “strada facendo” diventano una?, estratto La storia in breve anno per anno 1958-2017, Bibliografia, Sitografia, Indice dei nomi (circa 1.200 voci), Sommario completo

compra l'ebook

Paolo Jachia
scopri di più sull'autore

Francesco Paracchini
scopri di più sull'autore

1 recensione per Evviva Sanremo

  1. ZONA Music Books

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



e-book / disponibili in epub e pdf